Comune di Terrazzo

Inaugurazione piazzale degli alpini 22/04/2018

Pubblicata il 05/07/2018

Intitolazione del piazzale antistante le ex scuole elementari Tito Minniti agli Alpini
 
Il 22 Aprile la nostra comunità ha vissuto, con gli amici alpini, l’ennesimo momento significativo. La guerra del 15-18 è stata degnamente ricordata con importanti avvenimenti lungo i cinque anni, ultimo dei quali l’intitolazione del piazzale antistante le ex scuole elementari Tito Minniti, nonché sede della sala civica, della nuova biblioteca e della futura sede municipale.
Questa segno farà ricordare a tutti l’opera e l’impegno degli alpini; quelli di un tempo, che sono caduti sui fronti bellici, e quelli di adesso, impegnati nel portare avanti opere ed iniziative a favore della comunità.
Entusiasta il sindaco dei buonissimi rapporti intrattenuti in questi anni col capogruppo e con tutti gli alpini. Nel discorso si è detto orgoglioso che il suo mandato sia scaduto esattamente con il periodo di commemorazioni della grande guerra. In un periodo nella quale le guerre iniziano all’interno delle quattro mura domestiche o fra i giardini di vicini di casa, si dovrebbe partire da ciò che hanno sempre espresso le penne nere per ricostruire legami solidi di amicizia e di solidarietà. Ogni volta che stiamo per sbottare con qualcuno, o prima di dire di no a qualsiasi cosa, prendiamo esempio da quanto fanno per la comunità e del perché lo fanno, ha continuato il sindaco.
La giornata è partita con l’ammassamento presso il monumento a loro dedicato, alle ore 09.00. Dopo l’alzabandiera e la deposizione di una corona si è svolta la sfilata per le vie del paese, sfilata accompagnata dalla fanfara sezionale di Caldiero.
A seguire si è tenuta la Messa solenne celebrata da Don Devis Giusti e animata dal Coro Valli Grandi di San Pietro di Legnago.
Al termine, alla presenza di molte sezioni alpini della bassa, del sindaco di Bevilacqua Falamischia Fosca, del Presidente dell’Unione Passarin Vincenzo e di tutti i consiglieri dell’Amministrazione, il Sindaco Simone Zamboni e il capogruppo degli alpini Visentin Marco, hanno scoperto la targa con l’intitolazione del piazzale.
Grande soddisfazione del capogruppo delle penne nere il quale ha ringraziato l’Amministrazione per questa scelta, scelta che si è concretizzata nell’individuazione di uno dei luoghi più significativi del paese per un loro perenne ricordo.
W l’Italia, W gli Alpini.

Facebook Google+ Twitter